Barefood in Rome

Ceibo, i sapori dell’Argentina al Pigneto

Sapori unici e ricchi di cultura argentina. Al Pigneto ha aperto Ceibo, ristorante argentino frizzante e colorato! In un quartiere vivo come quello del Pigneto, pronto a raccontare una storia moderna tra murales e multi etnie, Ceibo si posiziona come il luogo perfetto per accogliere una cucina colorata, frizzante e gustosa come quella argentina.

Il locale ha aperto nel 2020 in pieno lockdown, ma finita la quarantena, il progetto ha iniziato a prendere forma: dalla messa a punto dei ritocchi architettonici del locale allo studio dei particolari per permettere al pubblico di percepire immediatamente l’identità del brand.

Una proposta culinaria sicuramente diversa e colorata, studiata fin da subito per essere un ristorante argentino con un ampio menu basato principalmente su las empanadas ed altri piatti fatti con la particolare tecnica argentina chiamata “cocina al disco”.

Il locale

Il locale si trova in zona Pigneto, quartiere vivace e in costante trasformazione e caratterizzato da sempre da un grande desiderio di aggregazione. Ceibo nasce per promuovere il senso della convivialità, e da qui l’idea di disegnare uno spazio aperto tra la cucina e la sala, separato solo da un lungo bancone in muratura rivestito di mattonelle blu ceruleo, dove  poter gustare pietanze vedendone la preparazione, aspettare facendo quattro chiacchiere, come ad un pranzo in famiglia. 

Per contestualizzare  l’essenza di autenticità, ogni dettaglio architettonico è stato disegnato e realizzato da artigiani  usando materiali di uso comune, come la ceramica, il legno, il ferro, il vetro. Per aumentare e dare profondità allo spazio, le pareti sono state trattate con bande orizzontali colorate, usando colori come l’azzurro, il rosso e il giallo senape, quasi a ricordare calde atmosfere argentine e a farle sposare con i dettagli sofisticati di alcuni elementi come le sedie e i tavoli dei bistrot francesi.

Las Empanadas: il piatto forte!

Specialità di Ceibo sono Las Empanadas. Da gustare come piatto principale (anche in formula delivery o take away grazie al packaging ecosostenibile) o in versione mini empanadas per un aperitivo stuzzicante da condividere con gli amici.

Cenni storici

Si pensa che furono gli arabi a portare la ricetta delle Empanadas in Spagna, durante il periodo della loro dominazione nella penisola iberica; e la prima menzione del piatto si trova in un libro di cucina pubblicato in catalano nel 1520, “el libre del Coch”, in cui si descrivono empanadas ripiene di frutti di mare. Il nome deriva dallo spagnolo “empanar”, che significa avvolgere qualcosa con pane o pasta per cuocerlo. Successivamente gli spagnoli portarono in America Latina questa ricetta, la quale con il tempo ha avuto varie modifiche e rielaborazioni.

L’introduzione nell’Argentina è, quindi, direttamente legata agli spagnoli, ma anche agli arabi che arrivarono nel paese pochi decenni prima della Rivoluzione del 25 maggio 1810. Erano lo spuntino più popolare nelle strade della giovane Buenos Aires.

Nella storia argentina, l’empanada era conosciuta come il cibo del lavoratore. Questo perché conteneva un pasto completo facile da portare al lavoro. Anche se oggi non lo chiamiamo così, la facilità del piatto non è andata persa nelle ultime generazioni. Rimane un punto fermo nella cultura gastronomica argentina.

Gli ingredienti base delle empanadas sono cambiati nel corso degli anni. Al giorno d’oggi il ripieno dipenderà da ciò che è stagionale e fresco. Molte famiglie cucinano empanadas come pasto facile per una cena o una festa. Agli angoli delle strade e alle fiere vengono offerte empanadas fresche come cibo di strada da asporto. Inoltre, i ristoranti popolari si concentrano su ricette uniche e stravaganti.

Las Empanasas: il menu

Tra le Empanadas Classiche troviamo la Tucumana, ripiena di carne tagliata al coltello, cipolla, cipollotto, uovo sodo. Super buona anche la Porteña con carne macinata, cipolla, peperone rosso, olive e uovo sodo.

Troviamo poi quella al Pollo con cipolla e peperoni e l’Humita con Mais, cipolla, peperoni e besciamella e la gustosissima Cebolla y queso (Cipolla e formaggi). Fantastica la mia preferita Verdura ripiena di Spinaci, ricotta e pecorino e molto interessante anche la Vegana con Cavolo bianco, funghi secchi, cipolla, zenzero, aglio, porri.

Tra le Empanadas Gourmet, la Thai con Pollo, lattuga, cipollotto, curry e latte di cocco e la Patagonia con Gamberoni argentini, bisque, peperone verde, cipolla, porri. Super interessante la Romana con Trippa al pomodoro o la Chorizo y queso (Salsiccia e formaggi). Da provare anche la Ceibo con Roquefort, funghi, pere e noci.      

Il loro prezzo varia dai 2,50€ ai 4€ l’una.       

La cocina al disco

Caratteristica principale del nuovo locale è la cocina al disco, una vera novità in tavola che però arriva dalla tradizione gastronomica radicata nelle campagne argentine, una particolare tecnica che permette la cottura di cibi rendendoli particolarmente saporiti e gustosi.

Una tradizione gastronomica ben radicata nelle campagne argentine, e che rappresenta al meglio l’Argentina, per quanto riguarda la cucina. Si tratta di quel disco che un tempo i contadini utilizzavano per arare la terra. È un dispositivo circolare metallico, simile a una padella, con un foro al centro, di solito vengono aggiunte tre gambe e due maniglie. 

È un elemento molto versatile perché offre molteplici opzioni: può essere utilizzato all’aperto, diretto sul fuoco o anche in cucina; con carbone, legna o gas. Grazie al suo materiale, il ferro puro, prende rapidamente la temperatura e raggiunge una cottura uniforme. La sua ampia superficie dà origine a una varietà di piatti dagli stufati agli achuras, tutti tipi di carni e l’immancabile barbecue. Il vantaggio principale di questa tecnica culinaria, è che ci permette di “approfondire” i sapori, diventando questi, più intensi.

Altre specialità

Tra le specialità da provare nel menu della cucina al disco, la Bondiola a la cerveza (Capocollo cotto alla birra scura), Bife a la criolla (Bistecca saltada con cipolla, pomodoro e peperoni) o l’Entraña al verdeo (Diaframma di manzo con crema di cipollotto). Da provare anche il Matambrito tiernizado (Fianchetto tenero di manzo in crosta di cipolle – bianca, rossa, cipollotto – e formaggi -mozzarella, pecorino)o le Molleja al vino blanco (Animelle scottate con burro speziato e cotte al vino bianco).

Interessanti anche le altre specialità come la Locro (Zuppa densa di mais bianco perla, zucca, salsiccia, pancetta e mix di carne)o il Pastel de papas (Sformato di cremoso puré di patate e carne macinata saltata con verdure). Non da meno le Asado al horno (Costine di manzo al forno con due tipi di patate).

About Ceibo

Via Bartolomeo Perestrello, 35
Dal martedì alla domenica: pranzo, aperitivo e cena
Tel: 0688921036
Presenti su Glovo e Just Eat

Faccio cose, vedo gente, magno pasta. Romana de Roma e una passione smisurata per la pastasciutta! Scopro per voi i migliori ristoranti, osterie e cocktail bar di Roma per raccontarvele sul blog e sulla mia pagina Instagram, di cui sono una scrollatrice seriale! Sul mio blog troverete anche i locali migliori per l'aperitivo, la colazione e tante news su eventi del mondo del food! BENVENUTI SU BAREFOODINROME!

Post a Comment

You don't have permission to register