Barefood in Rome

I Figli del Vinaio dal 1948 a Trastevere: sentirsi a casa in enoteca

Uno storico vini e olii su Viale di Trastevere, aperto nel 1948, che oggi (quasi 71 anni dopo!) è un’ottima enoteca e un luogo accogliente in cui passare una serata tranquilla all’insegna del buon vino.

Si chiama I Figli del Vinaio dal 1948 (…appunto!), un posto delizioso, piccolino, ma accogliente, aperto sia a pranzo che a cena e dopocena, dove degustare ottimi vini, accompagnati da taglieri di salumi e formaggi e altre prelibatezze, come le zuppe, toscana (fagioli, cavolo pecorino o parmigiano) o ai cereali (verdure di stagione, legumi parmigiano o pecorino) o i vari tipi di bruschette. Al suo interno si possono acquistare anche bottiglie da asporto: sono tantissime le etichette tra cui è possibile scegliere.

Sono Evaristo, Franco, Fiorella e Sabrina i figli del Vinaio, Mauro Passerini che, insieme alla moglie Marcella Massimi, ha avviato questa attività nel ’48. Oggi, oltre ai “Figli del Vinaio” ci sono anche i nipoti, Matteo ed Edoardo, a gestire l’attività.

E’ un po’ che volevo (…e dovevo!) parlarvene.

I Figli del Vinaio è un posto che mi sta a cuore per diverse ragioni

Innanzitutto è collocato in Viale di Trastevere 146, il che vuol dire a due passi dalla vecchia casa dei miei nonni, luogo in cui mio padre e la sua famiglia hanno sempre vissuto. E’ un posto in cui ci ho passato parecchio tempo della mia infanzia e che ricordo con estrema lucidità. Al posto del nuovo locale, prima c’era lo storico vini ed olii, un luogo storico che era in grado, al solo passaggio, di riportarti indietro nel tempo.

Il vino prepara i cuori
e li rende più pronti
alla passione.

Ovidio (43 a.C. – 17 d.C.)

Un’altra ragione per la quale I Figli del Vinaio mi sta a cuore è che i figli del Vinaio li conosco davvero: il folle e giallorosso Marcello Passerini (che vive a Londra da un po’ e che mi ha ospitato per qualche settimana ormai più di 10 anni fa!) e la dolce e forte Sabrina che vive a Roma e che è in prima linea nella gestione dell’attività.

Oltre a questo, però, amo le cose buone, le cose tipiche e allo stesso tempo ricercate. Mi piacciono i posti piccolini e accoglienti dove le persone sono gentili: è così che ti senti a casa.

Il locale presenta una selezione di vini eccezionale sia in termini di quantità (oltre 300 etichette!), ma soprattutto di qualità: tantissime le cantine che popolano con le loro bottiglie gli scaffali del locale!

Il posto è piccolo (credo possa accogliere circa 25/30 persone), ma è davvero accogliente e curato nei dettagli.

Sul menù trovi all’incirca 10 vini alla mescita, ma si può scegliere anche una tra le tante bottiglie esposte da consumare al tavolo: la prendi dallo scaffale e la consumi al tavolo (ovviamente paghi un leggero supplemento rispetto al prezzo della bottiglia, ma è normale!).

About I Figli del Vinaio

Viale di Trastevere, 146 Roma
Tel: 065810359

Faccio cose, vedo gente, magno pasta. Romana de Roma e una passione smisurata per la pastasciutta! Scopro per voi i migliori ristoranti, osterie e cocktail bar di Roma per raccontarvele sul blog e sulla mia pagina Instagram, di cui sono una scrollatrice seriale! Sul mio blog troverete anche i locali migliori per l'aperitivo, la colazione e tante news su eventi del mondo del food! BENVENUTI SU BAREFOODINROME!

Comments
  • Marcello Passerini

    Be dopo più’ di un quarto di secolo emigrato nella perfida Albione sto progettando un rientro in Italia… Per cui ci rivedremo presto… Mi ha fatto piacere ospitarti in UK e ancora di più’ che ti ho lasciato un buon ricordo!..Dajeeee

    26 Agosto 2019
Post a Comment

You don't have permission to register