Barefood in Rome

La ricetta del Cavaliere di Franciacorta, cocktail champagne di primavera

Un drink che ricorda un frutteto in fiore. E’ il Cavaliere di Franciacorta, una proposta che è facile da replicare a casa, ottima per accompagnare l’ora dell’aperitivo.

A pensarlo è stato Fabrizio Valeriani, bar manager del ristorante Il Marchese, conosciuto per essere il primo amaro bar d’Europa, con 560 etichette in carta, tutte italiane.

Il drink è a base di uno degli amari più insoliti: il nuovo Amaro del Capo Red aromatizzato al peperoncino di Calabria. Ma non mancano i sentori di essenze spray naturali edibili alla rosa damascena, e dello sciroppo agrumato al mandarino, che ci traghettano negli eden botanici tipici del Mediterraneo, arricchiti da una nota tropicale come la Tequila e da un retrogusto dolce made in Italy dato dal Vermouth Rubino. Ottimo, come cocktail frizzante molto leggero, da consumare come aperitivo o per accompagnare i pasti.

Ingredienti e dosaggi

  • Franciacorta (10 cl)
  • Amaro del Capo Red (1,5 cl)
  • Tequila Cazadores (1 cl)
  • Martini Riserva Vermouth Rubino (1 cl)
  • Sciroppo al mandarino home made (1 cl)
  • Succo di mezzo lime
  • Spray di profumo alimentare di rosa damascena (uno spruzzo)
  • Un bocciolo di rosa alimentare essiccato

Procedimento

Preparare lo sciroppo al mandarino fatto in casa in 5 mosse:

  1. Riempi mezza tazzina da caffè di acqua calda e mettila in un recipiente alto
  2. Aggiungi una tazzina da caffè piena di zucchero bianco semolato
  3. Gira con un cucchiaio il composto e fai ben amalgamare
  4. Versa nello stesso recipiente una tazzina e mezza da caffè piena di succo di mandarino spremuto, ben filtrato con un passino
  5. Mescola e metti da parte, dopo aver aggiunto un’altra mezza tazzina di zucchero bianco semolato e aver fatto amalgamare, fino ad ottenere un liquido omogeneo.

Ecco pronto lo sciroppo di mandarino, che può essere conservato in frigorifero per non più di una settimana. Mettere del ghiaccio alimentare a cubetti all’interno della coppa da usare per il cocktail in modo da raffreddarla, riempendone la capienza. Unire tutti gli ingredienti all’interno dello shaker, colmarlo di ghiaccio, chiudere il contenitore e agitare vigorosamente dai 10 ai 15 secondi. Svuotare la coppa dal ghiaccio messo in precedenza, versare il contenuto dello shaker all’interno della coppa e finire il drink con il top di Franciacorta ben ghiacciato, fino ad arrivare a ¾ della capienza della coppa. Terminare il cocktail con uno spruzzo dall’alto (almeno 15 cm di distanza) del profumo alimentare alla rosa damascena. Infine, passare al garnish del drink posando su di esso un bocciolo di rosa alimentare essiccato.

Gli strumenti da usare e le alternative casalinghe

Per realizzare il cocktail “fai da te” servono:

  • uno shaker
  • ghiaccio alimentare
  • un jigger per misurare le dosi.

Nel caso non si abbia un jigger a disposizione, si può considerare per 1 cl due cucchiaini da caffè. L’ideale sarebbe degustare il drink con una coppa da Champagne dei classici servizi antichi della nonna. Altrimenti, si può optare per un bicchiere da vino bianco. Infine, ove non si avesse lo spray alla rosa damascena, il garnish stesso del bocciola conferirà al cocktail un profumo di rosa.

Faccio cose, vedo gente, magno pasta. Romana de Roma e una passione smisurata per la pastasciutta! Scopro per voi i migliori ristoranti, osterie e cocktail bar di Roma per raccontarvele sul blog e sulla mia pagina Instagram, di cui sono una scrollatrice seriale! Sul mio blog troverete anche i locali migliori per l'aperitivo, la colazione e tante news su eventi del mondo del food! BENVENUTI SU BAREFOODINROME!

Post a Comment

You don't have permission to register